pesci rossi

I pesci Rossi...
Esistono vari tipi di pesci rossi come ad'esempio: il pesce rosso "cometa" e il pesce rosso "cappuccetto rosso". Si può affermare che movimentano notevolmente l'ambiente in cui vivono, essendo curiosi rendono momenti piacevoli alle persone che li osservano, sopratutto ai bambini. Il mio consiglio, per chiunque abbia l'intenzione di realizzare un laghetto animato da questi fantastici pesciolini è quello di visitare la pagina delle curiosità in questo sito, ricca di buoni e indispensabili consigli.

bonsai

Bonsai...
Questo bonsai e un carrubo nato nel 1996 da un minuscolo seme. Fatto crescere per un anno in un vaso "fotocella" dopo di che travasato in questa roccia scavata artigianalmente a mano. In un periodo di 2, 3 o 4 anni, viene estirpata, subito vengono tagliate le radici e dopodichè viene riposizionata nuovamente a dimora. Viene caratterizzata con il tronco rustico storto e le radici che aggrappano il terreno e la roccia. Pianta perfetta per creare un bonsai secolare e resistente. Si consiglia l'habitat in penombra, con acqua quando ne necessita e Massima cura. Questo è indispensabile in quanto la piantina dovrebbe godere del massimo rispetto, purtroppo negatogli a causa dei comportamenti scorretti dell'uomo attraverso l'ignoranza che tutt'oggi regna sovrana nella natura circostante. Infatti non bisogna dimenticare l'incubo degli incendi boschivi e dei disboscamenti ormai diventati una piaga da contrastare.

koi

Le carpe Koi.
La carpa Koi, è un bellissimo pesce dai colori raggianti, perlati e dorati, che mettono in evidenza tutta la loro particolarità. In un laghetto ornamentale, la Koi, diventa la principessa incontrastata. Le carpe Koi, sono molto longeve e, possono vivere anche cent'anni, quindi diventano compagne di vita, e risulta impossibile non affezzionarcisi. Questi pesci non hanno solo bisongo di acqua, ma hanno bisogno di tantissime cure, acque sempre ossigenate, e se possibile, anche ricche di vegetazione.

pitosforo

Pitosforo
Pittosporum tobira Ait. Famiglia: Pittosporaceae. Nome comune: Pitosforo. Notizie Generali: Pianta esotica. Arbusto o alberello sempreverde originario della Cina e Giappone, utilizzato in Sardegna per scopi ornamentali, nei parchi, giardini, ville, alberature stradali, siepi e consolidamento scarpate. E’ una specie frugale che si adatta a qualsiasi clima, quindi poco esigente nei confronti del terreno, è molto resistente alla siccità e all’inquinamento cittadino, infatti viene diffusamente utilizzata nei centri urbani nelle aiuole e nelle siepi. Il Pitosforo sopporta bene anche la salinità, quindi lo troviamo prevalentemente nelle zone costiere, ma anche in quelle interne e montane. Si riproduce da seme e per talea. La pianta si presta per giardinaggio e per arredo urbano. Quando fiorisce, tra maggio e giugno, è molto profumata e gradevole. Il profumo assomiglia a quello dell'arancio.

tartaruga acquatica

Tartaruga d'acqua dolce
La tartaruga d'acqua dolce. Questa specie di testuggine, risente dei cambiamenti climatici, e dei mutamenti dell’habitat. Essendo un animale a sangue freddo, perciò ha bisogno di una temperatura mite tra i 13 e i 30 gradi, nel quale essa e in piena attività vitale. Invece sotto i 10 gradi riducono il loro flusso sanguigno che gli causa lo stato di letargo.

cikas

CYCAS REVOLUTA
Famiglia: Cicadaceae. Provenienza: Proviene da Cina,Indonesia e Giappone Descrizione genere: Cycas Revolutan (pianta che presenta degli ovuli non racchiusi in un ovario). Il tronco è innalzato e termina con un ciuffo di grandi foglie appuntite, persistenti, coriacee e con una grande nervatura centrale. Gli esemplari adulti possono produrre infiorescenze spettacolari, dette strobili, grandi e di colore giallo vivace. Caratterizzata da un lento accrescimento può raggiungere anche 3 m. di altezza; ma, solitamente, gli esemplari coltivati in appartamento non superano il metro e mezzo.

©2017minilogo FlorCarp.it - e-mail: info@florcarp.it